Tromba d'aria nell'Astigiano: la CIA chiede la calamità naturale

Tromba d'aria e grandine su tutto il Sud Astigiano dove la furia degli elementi ha provocato ingenti perdite di produzione agricola, ma anche pesantissimi danni a capannoni, magazzini e case di abitazione

"La Regione intervenga con la massima rapidità possibile per avviare l'iter procedurale che riguarda lo stato di calamità naturale ed il risarcimento degli ingenti danni alle colture ed alle strutture agricole che il nubifragio di lunedì 29 Luglio, accompagnato da una violentissima tromba d'aria con successiva grandinata, ha provocato a macchia di leopardo in molte zone della provincia, con particolare intensità su tutto il sud Astigiano, Valle Bormida e Valle Belbo".

 

E' questa la richiesta che viene dal mondo agricolo astigiano di cui si fa portavoce il direttore provinciale della Cia di Asti, Mario Porta, dopo il vero e proprio cataclisma che nel giro di pochi minuti ha, in moltissimi casi, azzerato il lavoro agricolo di un'intera annata. Particolarmente colpiti i Comuni di Vesime, Cessole, Bubbio e Monastero Bormida in Valle Bormida e Mombaruzzo, Maranzana, Cortiglione, Castel Boglione, Bruno, Castelnuovo Belbo, Fontanile, Incisa Scapaccino e Nizza Monferrato in valle Belbo.

I danni alle colture sono pesantissimi – i calcoli si faranno compiutamente solo nel giro di qualche giorno – non solo alle colture ma anche per quanto riguarda cascinali, capannoni e case di abitazione su cui la violenza degli elementi ha imperversato abbattendo muri e scoperchiando i tetti ed anche per il patrimonio arboreo che ha patito l'abbattimento di un numero incalcolabile di alberi, alcuni dei quali di grandi proporzioni.

Il vento e la grandine hanno infine causato danni ingenti anche nei frutteti e nei campi di mais, mentre nei vigneti la furia degli elementi ha abbattuto decine di filari pregiudicando in molti casi ogni possibilità di poter quest'anno vendemmiare.

la-spesa-in-campagna

No result...

calendario

EVENTI e

PERSONE

caf ciaAGIAANPEturismo verde